Sostegno scolastico

 
 
 

La malattia grave interferisce pesantemente con la frequentazione regolare della scuola e può compromettere  il rendimento scolastico mettendo a repentaglio la formazione e quindi l’accesso al mondo del lavoro o degli studi superiori.

Inoltre poter mantenere un contatto con la scuola e con i compagni aiuta i bambini e soprattutto gli adolescenti a rimanere inseriti in un contesto di vita normale e ad evitare un penoso isolamento. La scuola rappresenta infatti la vita sociale del ragazzo. Poter seguire le lezioni  porta al bambino distrazione in un momento in cui la routine quotidiana è scombussolata dalla malattia; gli permette inoltre di fare progetti per il futuro e questo è di grande aiuto per combattere la malattia e l’insicurezza esistenziale che essa comporta.

Anche situazioni di particolare disagio sociale o di malattia fisica o psichica dei genitori possono interferire con la frequentazione regolare della scuola e rendere difficoltoso lo svolgimento dei compiti e lo studio a domicilio. Anche in questi casi la Fondazione può venire in aiuto.

La Fondazione Elisa, in collaborazione con gli istituti scolastici, organizza e finanzia maestre supplementari sia a scuola sia a domicilio o in ospedale e al bisogno procura mezzi ausiliari non presi a carico dalle assicurazioni sociali (per esempio computer) per agevolare l’apprendimento.

Inoltre dall’autunno 2017 è stato organizzato un doposcuola nell’istituto scolastico di Riazzino, gestito da maestre, in parte su base di volontariato, per bambini particolarmente bisognosi di sostegno e bambini di famiglie di richiedenti l’asilo e rifugiati.

Nel 2016 è iniziata una collaborazione con ATGABBES (Associazione Ticinese di Genitori e Amici di Bambini Bisognosi di Educazione Speciale) sotto forma di sostegno finanziario per aprire due nuovi preasili inclusivi a Locarno e a Biasca, dato che in queste zone mancava una struttura di questo genere. I preasili inclusivi sono ora distribuiti in quasi tutto il Cantone.

 
 

Tutti questi interventi sono stati resi possibili grazie al sostegno dato alla Fondazione Elisa a questo scopo dalla Fondazione Cecilia Augusta.

 
124489966.jpg